Edizione 2016

La Marathon Colli Albani si veste nuovamente di tricolore. Juri Ragnoli campione italiano in carica, vince.

Partenza

Nemi (Rm) - Una grande giornata di sole ha salutato l'ultimo appuntamento di cartello per la mountain bike in questo 2016, la 19^ edizione della Marathon Colli Albani - La Via Sacra prova conclusiva del Marathon Tour e del Circuito Sentieri del Sole e dei Sapori. Va in archivio con le vittorie di Juri Ragnoli Scott Racing Team tra gli uomini Elite e di Maria Cristina Nisi nelle donne OPEN. Vedi il filmato

Partenza

Il tracciato di 79,780 km e 2.525 metri di dislivello ha attraversato i comuni di Rocca di Papa, Rocca Priora, Artena, Lariano e Velletri all'interno del Parco Regionale dei Castelli Romani.

La cittadina di Nemi ha accolto come sempre un numero considerevole di bikers che si sono divisi tra il percorso marathon, point to point e il tracciato escursionistico. Nel 2015 la Marathon Colli Albani è stata Campionato Italiano Marathon FCI.

Juri Ragnoli e Cristiano Salerno della Scott Racing Team hanno imposto un buon ritmo sin dai primi chilometri e, assieme ad Elia Favilli della Meridiana Kamen, hanno occupato le posizioni di vertice della gara fino al traguardo, conquistando il podio. L'arrivo in tandem di Ragnoli e Salerno in prima e seconda posizione ha sancito il successo della Scott Racing Team.

Partenza

Purtroppo la gara dei primi trenta bikers, tra i quali gli atleti a podio, è stata condizionata nelle fasi iniziali (al km 4) da un errore di percorso che ha portato ad un allungamento di circa 900 m, che però non ha influenzato il risultato finale, in quanto il trio di testa ha incrementato via via il suo vantaggio infliggendo distacchi rilevanti agli inseguitori.

Classifiche sul SDAM per la Marathon e su MTB On line per la Point to Point.

Le interviste

Partenza

Juri Ragnoli Scott Racing Team: "Sono veramente soddisfatto, chiudere con una vittoria così la stagione è importante e condividere il successo con un compagno di squadra come Cristiano è davvero bello. Conoscevo la gara visto che l'anno scorso qui si è disputato il Campionato Italiano Marathon, quest'anno però, anche grazie alle piogge dei giorni precedenti che hanno compattato il terreno, è risultata molto più veloce". Vedi il filmato

Cristiano Salerno Scott Racing Team: "Con Juri abbiamo affrontato insieme buona parte del percorso, giusto che abbia vinto lui visto che ha tirato molto più di me, un bel percorso dove per far bene oltre ad una buona condizione fisica è necessario avere una buona tecnica. Io che vengo dalla strada quest'anno ho fatto tanta esperienza devo migliorare in discesa spero che l'apprendistato di questa stagione mi sia utile per il 2017".

Elia Favilli Meridiana Kamen Team: "Per me è un ottimo risultato il terzo posto di oggi, io sono uno stradista e mi sono avvicinato alla mountain bike da poco. Sono rimasto da solo nel finale ed è stato un calvario gestire i chilometri conclusivi, ho fatto tanta fatica. Per me questo è un punto di partenza in vista della prossima stagione".

Un percorso impegnativo che non ha fatto sconti a nessuno, una gara spettacolare che è stata celebrata come tradizione da una premiazione davvero ricca alla presenza del sindaco di Nemi Alberto Bertucci e di Pierangelo Brinchi Responsabile della commissione fuoristrada del comitato regionale Lazio e delegato nazionale FCI.

Menzione speciale per tutti i volontari coordinati con bravura dal team il Biciclo New Limits dalla società organizzatrice con in testa Luciano Caucci, Federico Campoli ed Elena De Maio.

Si ringraziano tutti gli Enti e Privati che ogni hanno permesso l'evento: i Comuni coinvolti, il Parco Regionale dei Castelli Romani, la Soprintendenza alle Belle Arti e tutti i proprietari terrieri che hanno dato la disponibilità al passaggio della manifestazione. Si ringraziano inoltre, le ASD che hanno collaborato, tra le quali New Bike Rocca di Papa, Civita Bike Lanuvio, Nemi Bike, Bio and Bike Velletri, Center Bike Velletri, Marino Bike, A Ruota Libera di Colle di Fuori e X-Bike Lariano. Infine un ringraziamento particolare va ai volontari delle protezioni civili dei Comuni attraversati dal percorso e di quelle di Ariccia, Lanuvio e Ciampino, alla CRI con gli operatori in bici e alle forze dell'ordine impegnate: il Corpo Forestale, i Carabinieri, le Polizie Locali, la Polizia Provinciale e la Polizia di Stato.